[Geometra] Come Scaricare le Tariffe per Docfa 4.0

Ultimo Aggiornamento:

Gli Archivi Provinciali con le Tariffe di Estimo Catastale per Docfa 4.0, dove Scaricarli e come Importarli.

Se vuoi utilizzare il Software Docfa sono fondamentali le Tariffe contenute negli Archivi Provinciali, nelle quali sono contenute le informazioni per il classamento automatico, le informazioni sui comuni e gli elenchi delle strade.

Gli Archivi Provinciali vengono aggiornati regolarmente, per questo è importante controllare le pubblicazioni così da aggiornarle nel proprio software.

Nelle righe seguenti vedremo come effettuare il download e come importarli all’interno di Docfa 4.0.

Dove Scaricare il Files

Puoi scaricare il file relativo alla tua provincia di interesse seguendo passo passo la procedura::

  1. vai al sito www.agenziaentrate.gov.it;
  2. clicca su “professionisti” nel menù a tendina;
  3. clicca “fabbricati e terreni”;
  4. clicca sul link “aggiornamento dati catastali e ipotecari”;
  5. clicca sul link “aggiornamento catasto fabbricati-Docfa”;
  6. scorri infondo e clicca su “Archivi Provinciali”;
  7. scegli la Provincia e clicca su “Scarica l’Archivio“;
  8. scegli la cartella e clicca su “salva”.

Oppure clicca direttamente questo link diretto alla pagina per il download.

N.B. Scegli attentamente in quale cartella salverai il file per ritrovarlo facilmente nella fase successiva.

Estrai i Files dalla Cartella Compressa e caricali in Docfa

Prima di poter caricare il file nel software Docfa devi estrarlo dalla cartella compressa. Clicca con il tasto destro del mouse sulla cartella compressa e fai “estrai tutto”. Si aprirà un pannello, clicca “estrai” e ti ritroverai la cartella ARK_(siglaprovincia).

Ora ti consiglio di spostarla in “CLASSA” che si trova in in C:—> Docfa4. In pratica la cartella di installazione del Software. Ti consiglio questo passaggio anche per ritrovare con facilità i files delle varie province.

Ora apri pure il software Docfa 4.0 così da caricare gli archivi aggiornati:

  1. clicca sul menu a tendina “opzioni”;
  2. cicca su “carica archivi di servizio”;
  3. seleziona la sigla della provincia;
  4. clicca su “sfoglia” e vai nella cartella che hai appena scaricato;
  5. all’interno della sottocartella clicca due volte col tasto sinistro del mouse sul file (siglaprovincia)-TAR.DAT;
  6. clicca su “ok” e poi su “chiudi”.

Con questo i tuoi Archivi della provincia che ti interessa sono aggiornati e puoi procedere con il tuo elaborato!

____________________________

iscriviti per non perdere le nuove pubblicazioni

●Unisciti al Canale Telegram e resta aggiornato sugli argomenti che tratto.

●Se vuoi supportare il sito e fai acquisti su Amazon.it usa questo link , non spenderai un euro in più, ma darai un contributo alla produzione dei contenuti.

●Se vuoi invece fare una donazione puoi usare PayPal  con questo link: paypal.me/GeometraTorresi

 

Se hai delle domande o vuoi fare delle integrazioni, lascia un commento qui sotto.

Oppure mandami un messaggio diretto dal modulo contatti.

Iscriviti al mio canale YouTube.

Sono anche su: Facebook Instagram –  TwitterLinkedin.

grazie

Danilo Torresi

6 pensieri su “[Geometra] Come Scaricare le Tariffe per Docfa 4.0”

  1. Egr. Geom. Torresi,
    La ringrazio per il Suo prezioso materiale messo a disposizione.
    Le chiedo cortesemente se potrebbe indicarmi come recuperare l’elenco subalterni.dat da importare nella procedura DOCFA.
    In rete, e anche sul sito dell’Agenzia delle Entrate, non sono riuscito a trovare nulla in merito.

    Cordiali saluti.

    Fabrizio Barnabei

    1. Grazie mille dei complimenti.
      Per quanto riguarda la necessità di importare l’elenco subalterni, con l’ultima versione di docfa può fare importa direttamente dalla sezione elenco subalterni (questo se ha già un file dat).
      Nel caso in cui invece deve recuperare l’elenco subalterni da un file PDF questo non credo sia possibile, bisogna nel caso ricaricare quel file e automaticamente verrà caricato l’elenco subalterni che potrà modificare.

      Spero di aver compreso la necessità e di essere stato utile

      un saluto

  2. Egr. Geom. Torresi,
    in merito al mio quesito, approcciando per la prima volta alle pratiche catastali, ed in particolare ad una variazione catastale, non ho precedenti file di riferimento.
    Ho letto in rete di alcuni casi in cui l’Agenzia delle Entrate ha rigettato una pratica di variazione in quanto non era presente l’elenco subalterni del fabbricato.
    Ho redatto una pratica di variazione con fusione di due unità immobiliari in un fabbricato di civile abitazione.
    Da una visura online su SISTER ho trovato che l’ultimo subalterno ultilizzato era il 705.
    Ho così prenotato su SISTER il nuovo mappale 706, che ho momentaneamente attribuito alla nuova unità costituita.
    Serve a questo punto l’elenco subalterni per dimostrare all’Agenzia delle Entrate che questo subalterno è correttamente utilizzabile, o il mio scrupolo è eccessivo?
    La ringrazio per la Sua risposta e Le rinnovo il mio apprezzamento per i Suoi video ed il materiale messo a disposizione, che sono un riferimento preziosissimo per la nostra professione.

    geometra Fabrizio Barnabei

    1. Chiedendo perdono per il ritardo, cerco di rispondere alla domanda sulla base della mia esperienza.
      Per essere molto corretti credo sia opportuno redigere, nel caso di variazione di numerazione dei sub, un nuovo elaborato planimetrico. Però nel caso descritto vedo che si va nell’ordine del numero 700 di sub. e quindi ipotizzo sia un fabbricato di grandi dimensioni. in questi casi senza un elaborato precedente agli atti dal quale ripartire, vedo arduo rifarne uno da zero.
      Solitamente in queste situazioni e cioè dove il mio cliente è uno dei tanti proprietari di un grande fabbricato (condominio) dove manca completamente l’elaborato planimetrico, chiedo in deroga l’approvazione del Docfa, scrivendolo in relazione.

      Danilo

  3. egregio geometra , ho effettuato tutti i semplici passaggi come da lei specificato ed illustrato , pero’ una volta aperto il programma ed inserito l’identificativo della pratica quando procedo si apre la seguente finestra “errore sul comune catastale – operazione interrotta”

    1. Caro Luigi sinceramente non so rispondere e non mi è mai capitato direttamente. Così su due piedi verificherei che i files no si siano rinominati per errore o che non siano nella cartella corretta “CLASSA”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *