SUPERBONUS 110 – come RADDOPPIARE i 96000 euro in condominio

Il massimale per gli interventi sulle parti comuni è distinto da quello sulle parti private. Può sembrare una banalità, ma non lo è, altrimenti l’Agenzia non avrebbe sottolineato la questione nel recente interpello, l’806/2021.

In sostanza gli interventi sulle strutture (Sismabonus) di un edificio condominiale si calcola su un massimale che ammonta a 96.000 euro per il numero delle unità di cui è composto l’edificio.

Ciò comporta che tutte le spese inerenti al Superbonus antisismico sulle strutture potranno essere agevolate al 110 per cento sul massimale complessivo.
Contemporaneamente potrai agevolare al 50 per cento, accedendo ad un ulteriore tetto massimo di 96.000 euro, distinto da quello sulle parti comuni, eventuali interventi di manutenzione straordinaria interni agli appartamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *