Come Richiedere la VISURA CATASTALE – Consultazione Personale e Sister

Ultimo Aggiornamento:

Come si richiede la visura catastale con la consultazione personale e con Sister

PANORAMICA

Nell’articolo precedente abbiamo visto come si effettua la visura della planimetria.
Oggi invece vediamo come si procede praticamente per richiedere una visura catastale, con i due metodi più comuni:
-la consultazione personale;
-tramite Sister (il portale online).

Cercherò di fare anche chiarezza su cosa è e chi la può richiedere.

REMINDERS

Prima però volevo ricordarvi che gli argomenti che pubblico potete leggerli qui sul sito web, guardarli su YouTube e ascoltarli sul Podcast.

A proposito del sito, se volete potete iscrivervi alla newsletter, ho inserito il form dove lasciare la email alla fine di ogni articolo e nella homepage .
Tramite la newsletter comunicherò tutte le nuove pubblicazioni e aggiornamenti oltre che le nuove iniziative.

Per rimanere aggiornati potere iscrivervi anche al canale Telegram nel quale comunico sempre le nuove uscite.

CHE COS’E’ LA VISURA CATASTALE?

Che cos’è la visura catastale e a cosa serve?
E’ un documento che permette la consultazione degli immobili al catasto, sia dei fabbricati che dei terreni.
Inoltre ci permette anche di individuare gli intestatari.

In sintesi in una visura possiamo trovare:
-le particelle dei terreni e i redditi;
-le unità degli immobili urbani e le rendite;
-le generalità e le quote dei proprietari.

Tutta la documentazione conservata in catasto ha come fine principale quello del calcolo delle imposte sugli immobili.

Vediamo adesso nel dettaglio i tre punti che ho appena elencato e che riguardano i contenuti della visura catastale.

Dividiamo prima in due macro categorie gli immobili: quelli che sono al catasto fabbricati e quelli che sono al catasto terreni.

Faccio questo distinguo perché le due sezioni differiscono per alcuni contenuti.

Catasto fabbricati

Nei contenuti della visura del catasto fabbricati trovate:
-il comune catastale (che coincide con quello amministrativo);
-i dati identificativi (fogli, particelle, subalterni);
-i dati del classamento con la categoria catastale, la superficie catastale, la rendita;
-altre informazioni riguardanti l’indirizzo e l’ultima variazione intervenuta.

Catasto terreni

Al catasto terreni i dati sono più o meno simili:
-troviamo sempre il comune catastale;
-i dati identificativi cioè fogli, particelle, subalterni (i subalterni se presenti solitamente sono legati a un fabbricato ex-rurale);
-i dati del classamento con le qualità delle particelle, i redditi domenicali e quelli agrari;
-gli estremi dell’ultimo atto di aggiornamento.

Ciò che è comune ad entrambe le categorie è la sezione degli intestati con:
-i dati anagrafici dei soggetti;
-i codici fiscali;
-la specifica della proprietà e delle quote;
-la provenienza dei dati dell’intestazione (se da una compravendita, una successione o altri atti).

Quello che non trovate in una visura catastale e se gli immobili sono affittati, chi ci abita, se c’è un’ipoteca sopra. Queste informazioni non vi sono contenute.

Riassumendo la visura catastale permette di:
1) individuare il bene;
2) di calcolarne la rendita o il reddito;
3) di sapere chi sono i proprietari.

A proposito di quest’ultimo punto c’è da chiarire che il catasto recepisce solamente le informazioni che provengono dagli atti pubblici (compravendite, divisioni, successioni…). Non attesta la proprietà.

CHI LA PUO’ CHIEDERE?

Ma ritorniamo sui binari e cerchiamo di non divagare troppo.
Da chi può essere richiesta la visura catastale?

Al contrario della planimetria che ho spiegato nell’articolo precedente , l’accesso è consentito a chiunque, quindi non servono deleghe o essere necessariamente proprietari per poter richiedere una visura catastale.

E’ sufficiente essere in possesso dei dati per la ricerca corretti:
1)i dati dell’immobile (foglio, particella, subalterno). Si può fare anche una ricerca per indirizzo ma è limitata ai fabbricati e spesso non da i risultati desiderati;
2)i dati anagrafici di uno dei soggetti proprietari, il codice fiscale o la denominazione e la sede legale della persona giuridica che risulta intestataria; 3)infine la partita (un vecchio metodo di archiviazione che ormai non si usa più), un numero che identifica un gruppo di immobili che hanno in comune la stessa ditta proprietaria, gli stessi proprietari.

Ognuno di questi tre gruppi è sufficiente per effettuare una ricerca e una visura catastale.
La differenza tra i tre consiste in cosa state cercando:
-Se un singolo immobile o una serie di immobili;
-se l’intera proprietà di un soggetto;
-se un gruppo di immobili degli stessi soggetti.

COME SI RICHIEDE LA VISURA?

Visto chi è che può effettuare la visura e quali sono i dati necessari andiamo a vedere i metodi per effettuare una richiesta di una visura catastale.

Principalmente sono due: fisicamente presso uno degli uffici provinciali e telematicamente.

Nel primo metodo sono compresi anche gli sportelli decentrati (i comuni per esempio e gli uffici postali abilitati), è sufficiente presentarsi compilando il modulo (che solitamente potete trovare anche presso gli uffici). 
Fatta la richiesta la visura vi verrà rilasciata immediatamente.

Del secondo metodo (quello telematico) prenderò in considerazione solo le due modalità più comuni (consultazione personale  e il portale Sister).
La motivazione è che sono i metodi che conosco meglio. Mentre non saprei darvi le caratteristiche dei portali di poste italiane.
Per chi è curioso, può visionare la pagina dell’Agenzia delle Entrate dove sono elencati i vari metodi online.

Le differenze principali tra la consultazione personale e Sister sono che la prima ti permette di fare gratuitamente la visura delle vostre proprietà, delle sole vostre proprietà.
La seconda invece permette la consultazione, a pagamento, di tutte le banche date nazionali.

Per accedere a Sister è necessario stipulare una convenzione e pagare un canone annuale. Motivo per cui spesso solo i professionisti ne sono in possesso. Facendo si che resti più facile rivolgersi ad un tecnico piuttosto che attivare personalmente una procedura online.

Vediamo finalmente nella pratica come procedere.

metodo consultazione personale:

a)registrarsi prima di tutto a Entratel/Fisconline. Ho fatto un video a riguardo;
b)effettuata la registrazione andate in “area riservata” in alto a destra dal sito dell’agenzia delle entrate;
c)cliccate sul pulsante “accedi” di Entratel/Fisconline;
d)ora a destra cliccate “accedi con credenziali agenzia”;
e)inserite il nome utente (il vostro codice fiscale), la password, il PIN che via è stato fornito, poi cliccate su “ok”;
f)vi ritroverete in “la mia scrivania” dal menu a sinistra selezionate “servizi ipotecari e catastali”;
g)vi si aprirà un sottomenù, cliccate su “consultazioni personali”;
h)nella pagina che si è appena aperta scorrete in basso e cliccate su “conferma lettura”;
i)ora vi apparirà il vostro nominativo ed eventuali omonimi, selezionate il vostro e cliccate sul pulsante “ricerca”;
l)ora avrete l’elenco delle province dove sono ubicati i vostri immobili;
m)qui potete cliccare su “visura per soggetto” se volete tutte le vostre proprietà;
n)se invece necessitate di una in particolare allora cliccate sul pulsante “immobili”;
o)vi apparirà l’elenco degli immobili, selezionate quello che vi interessa e cliccate su “visura per immobile”;
p)ora avrete la possibilità di scegliere se desiderate la visura completa o storica, selezionate l’opzione che vi interessa e cliccate su “inoltra”;
q)attendete qualche istante e il documento sarà pronto da scaricare.

Questo era il procedimento mediante l’opzione consultazione personale.

metodo consultazione tramite il portale Sister:

a)inserite il codice fiscale e la password dalla home di Sister per accedere nell’area riservata;
b)cliccate dal menu servizi a sinistra “consultazione e certificazioni”;
c)si aprirà un sottomenù, cliccate su “visura catastale”;
d)nella pagina che si è appena aperta cliccate su “conferma lettura”;
e)ora dal menù a tendina sceglierete la provincia che vi interessa e cliccate su “applica”;
f)qui potete scegliere dal menù a sinistra il tipo di ricerca, se per persona fisica o giuridica, per immobile, per indirizzo o per partita;
g)in base alla necessità scegliete la sezione e compilate i campi richiesti con i dati in vostro possesso che abbiamo visto qualche paragrafo fa;
h)potete scegliere se fare una visura all’attualità o storica, avete molte più opzioni di ricerca rispetto alla consultazione personale;
i)una volta effettuata la visura o le vostre visure, troverete tutti i files su “richieste” in fondo al menù a sinistra.

Fino a che non visualizzerete i files o non li scaricherete, l’importo non vi sarà addebitato. Perché, come ho già detto, le consultazioni delle visure tramite Sister sono a pagamento.
Solo quelle personali sono gratuite.

Potete verificare le tariffe nel link “tributi speciali catastali”.

Grazie

A presto.

____________________________

iscriviti e scarica il modello dell'autocertificazione per le detrazioni fiscali dei lavori edili
Iscriviti al mio canale YouTube.
Ascolta il Podcast (anche su Spotify)
Unisciti al Canale Telegram e resta aggiornato sugli argomenti che tratto.

 

Se hai delle domande o vuoi fare delle integrazioni, lascia un commento qui sotto.
Oppure mandami un messaggio diretto dal modulo contatti.
Sono anche su: Facebook Instagram –  TwitterLinkedin.
●Se vuoi supportare il sito puoi fare una donazione con PayPal  attraverso questo link: paypal.me/GeometraTorresi  e darai un contributo alla produzione dei contenuti.
●Se fai acquisti su Amazon.it usa i link dei libri o dei prodotti che inserisco nelle descrizioni,  non spenderai un euro in più e contribuirai alla produzione dei contenuti.

grazie

Danilo Torresi

vai alla Home page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *