Come Richiedere la Mappa WEGIS Pregeo da Sister (in esenzione)

Ultimo Aggiornamento:


Come si richiede la mappa WEGIS con Sister? Cos’è e quanto costa? Ti mostro in modo pratico passo passo come puoi ottenerla.

PANORAMICA

Se sei qui molto probabilmente stai per richiedere la mappa WEGIS e hai qualche dubbio.

Oppure vuoi semplicemente informati su cosa sia e a cosa serve.

Per qualsiasi motivo esso sia, quello che ti mostrerò in questo articolo sarà la procedura pratica di come si richiede la mappa WEGIS attraverso il portale Sister.

Prima però vediamo che cos’è, quando serve e quanto costa.

CHE COS’E’ LA MAPPA WEGIS?

La mappa WEGIS è lo stralcio in formato digitale di una porzione della mappa catastale, una sorta di EDM (estratto di mappa), ma con molte più informazioni all’interno e molto più costoso.

Due saranno i file che ti verranno forniti dal sistema dell’Agenzia delle Entrate:
-il file vettoriale emp;
-il file raster png.

Tra le varie informazioni che troverai all’interno dei file, in particolare nell’emp, ci saranno:
1)le coordinate dei vertici del perimetro delle particelle richieste;
2)i punti fiduciali della zona;
3) le superfici e le qualità delle particelle (per esempio se seminativo o ente urbano);
4)le intestazioni delle particelle (a meno che non sia ente urbano nel qual caso non saranno riportate);
5)e altre info tecniche tipo la distorsione del foglio, la scala originaria eccetera.

Un trucco: se clicchi con il tasto destro sul file emp e lo apri con blocco note, potrai leggere tutte le informazioni che ti ho appena elencato.
Non modificarlo però.

QUANDO SERVE LA MAPPA WEGIS?

E’ necessaria per la stragrande maggioranza degli atti di aggiornamento catastali (tipi di frazionamento e tipi mappali).

Al contrario di come purtroppo molti credono, non è adatta per effettuare riconfinamenti. Non lo è mai, né per le linee di impianto né, soprattutto, per le linee generate con delle misure.

Se vuoi approfondire sui riconfinamenti: “Cosa devi fare se vuoi RICONFINARE un TERRENO”

Un’altra cosa per cui non è necessaria la mappa WEGIS è quando stai cercando soltanto un estratto di mappa.

Per approfondire: “Come Richiedere la Visura dell’ESTRATTO di MAPPA – Consultazione Personale, Poste Italiane e Sister”

QUANTO COSTA LA MAPPA WEGIS?

Se l’estratto di mappa, nel 2019, costa 90 centesimi ad interrogazione effettuata online, la mappa WEGIS parte da un costo base di 44 euro.

44 euro per la richiesta fino a 4 particelle, oltre le 4 il costo aumenta di 4 euro ogni gruppo di quattro particelle, senza frazioni.

Esempio concreto: ordini 4 particelle il costo è 44 euro, ordini 6 particelle il costo sarà 48 euro, e così via.

Oggi comunque ciò che ti mostrerò sarà come si richiede praticamente una mappa WEGIS in esenzione. Nel caso in cui la dovessi richiedere per frazionare o inserire in mappa una proprietà del Comunale (o di altro ente pubblico).

Procedimento che sarà comunque valido anche se devi ordinare la mappa a pagamento.

REMINDERS

Prima di mostrarti però lo schermo del pc, voglio ricordarti dove puoi trovare i contenuti che pubblico.

Iscriviti a YouTube  al Podcast  e al Sito  e non perderai i contenuti video, audio e testo che pubblico settimanalmente.

Iscriviti al canale Telegram  e cercami anche sui vari social.

Ultima info, se apprezzi i contenuti che pubblico, usa il link PayPal che ho creato, per supportare la produzione di contenuti.

COME SI RICHIEDE LA MAPPA WEGIS

Ora dedichiamoci alla parte centrale dell’argomento, ti mostro praticamente come si richiede una mappa WEGIS:

-Vai sul sito Sister;
-accedi con le tue credenziali a destra, codice fiscale e password;
-vai a sinistra e clicca su “presentazioni documenti”;
-clicca poi su Pregeo;
-al centro clicca sul link “estratti di mappa per aggiornamento”;
-clicca sul link centrale “richiesta estratti di mappa”;
-a questo punto devi inserire la provincia;
-scegli il Comune selezionandolo dalla dalla tendina che ti apparirà;
-nei campi a destra puoi tralasciare “per conto di”;
-inserisci il foglio che ti interessa e le particelle divise da una virgola;
-in questo caso è esente, da “esenzione tributo” seleziona articolo unico, legge 228;
-in “esenzione bollo” articolo 4 del dpr 642;
-spunta “presenza allegati” perché ci sarà l’esenzione da allegare;
-seleziona il tuo deposito (in questo caso comunque sarà a 0);
-clicca su “avanti”;
-scegli il formato dell’allegato;
-seleziona il file della richiesta di esenzione da parte dell’ente che ti ha incaricato;
-conferma la richiesta.

Una volta inviata la richiesta controlla dopo un po’ se è stata evasa.

Quando sarà pronta, scarica il file compresso ed estrai il contenuto nella cartella del tuo lavoro.

Troverai all’interno i due file che ti ho detto prima (l’emp e il png) e il file pdf della ricevuta.

A presto.

____________________________

iscriviti e scarica il modello dell'autocertificazione per le detrazioni fiscali dei lavori edili

grazie

Danilo Torresi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *