Aprire PARTITA IVA per Ingegnere e Architetto: come fare in maniera semplice e 100% online


Se stai per aprire la partita IVA da Architetto o Ingegnere libero professionista, questo video è per te. Ti diro il modo più semplice per farlo e cosa serve.


PANORAMICA

Quando aprii la partita IVA come libero professionista, oramai vent’anni fa, lo feci nella totale incoscienza tipica dei ventenni di allora.

Mi informai poco, male, e alla fine mi affidai a colui che poi sarebbe diventato il mio commercialista.

Anche se le professioni canoniche come Geometra, Architetto e Ingegnere, sono ben definite e chiare, ricordo comunque che i dubbi furono tanti.

Dubbi legati non tanto sull’avviare o meno la libera professione, ma quanto sulla procedura, su cosa presentare all’Agenzia delle Entrate. Poi per la cassa previdenziale? I codici ATECO? La posta elettronica certifica? Anche se quest’ultima all’epoca non era obbligatoria.

La prassi era: vai dal commercialista, parla di questo, firma quest’altro e magari doverci tornare per portare dei documenti che non avevi. Alla fine ricevere quel foglio con i tuoi dati e quella sequenza di numeri; la partita IVA.

Come se non fosse stata già abbastanza nebbiosa questa parte, le domande che mi sorgevano erano diverse.
Anche oggi avrei diversi dubbi: La fatturazione come funziona? Regime Forfettario con fatturazione tradizionale o elettronica? Forse è meglio partire subito con il regime ordinario?

Nel 2001 non c’era ancora internet come lo conosciamo e lo utilizziamo oggi, e non era così semplice reperire in autonomia le informazioni.

Non mi sono potuto documentare come avrei voluto e potuto fare oggi. Per non parlare poi dei servizi che puoi trovare online.
Quanto tempo avrei risparmiato? Quanti dubbi in meno avrei potuto avere? Quanto più semplice sarebbe stato?

REMINDERS

Intanto ti invito ad iscriverti al Canale YouTube “Geometra Danilo Torresi” e ad attivare le notifiche, così riceverai l’avviso quando pubblicherò un nuovo video.

Iscriviti al Canale YouTube “Danilo Torresi” dove rispondo alle domande che ricevo via email. Video riservati in anteprima esclusivamente agli abbonati.

Iscriviti al Podcast così potrai ascoltare gli audio dei video in modo più pratico.

Iscriviti alla Newsletter del Sito così riceverai l’avviso quando pubblicherò un nuovo articolo e nell’email troverai i link per scaricare i modelli che ho messo a disposizione.

Infine iscriviti al canale Telegram e ad Instagram.

Per concludere i Reminders ricorda sempre che i miei contenuti sono consigli opinioni personali, che non sostituiscono lo studio specifico dei documenti e dello stato dei luoghi da parte di un professionista, sempre necessario in ogni caso.

LIBERO PROFESSIONISTA NEL 2021

Se vuoi aprire la partita IVA oggi, sia come Architetto, sia come Ingegnere che come libero professionista in generale, puoi prima informarti (come stai facendo adesso leggendo questo articolo) e trovare anche ottimi servizi per fare tutta la procedura online.

Avendo già la partita IVA, quando ho deciso di voler parlare di questo argomento aggiornato al 2021 ho dovuto informarmi, proprio come te.

Fortunatamente mi è venuto in aiuto Fiscozen.it con cui collaboro per la produzione di questo video e che mi ha spiegato passo passo come aprire una partita IVA oggi e quanto possa essere semplice.

Fiscozen è un portale che gestisce tutte le incombenze inerenti alla gestione fiscale; dalla fatturazione al calcolo delle tasse e delle imposte, dai contributi alla dichiarazione dei redditi.

Tutto online e tutto automatizzato, con dietro dei consulenti che ti possono aiutare per ogni tuo dubbio. Ti libera dal tempo e dai pensieri legati alla gestione fiscale che è davvero complessa. Permettendoti di concentrarti sul tuo lavoro.

Oltre tutto questo, che magari approfondirò in un prossimo video se ti interessa, Fiscozen ti assiste durante la fase di apertura della partita IVA.

Quindi se sei un Architetto, un Ingegnere, un Geometra o un aspirante libero professionista, non muoverti perché nel prossimo capitolo ti spiegherò passo passo cosa devi fare. A partire dal momento in cui decidi di aprire l’attività, fino alla compilazione della prima fattura.

COME APRIRE LA PARTITA IVA

Dopo la Laurea e l’esame di stato sarai abilitato a svolgere la professione di Architetto o Ingegnere – per il Geometra opzionale alla Laurea ci sono altri percorsi dopo il diploma, ma il concetto è lo stesso.

Per poter esercitare la libera professione però hai bisogno di aprire la partita IVA, ma non solo. Dovrai essere iscritto all’Albo o all’Ordine di appartenenza e dovrai essere iscritto alla Cassa previdenza, INARCASSA o CASSA GEOMETRI.
Vediamo i vari punti.

a) Il primo passo per aprire la partita IVA è quello di scegliere il codice ATECO.
Il codice ATECO è una serie di numeri e lettere che identifica l’attività economica ed è necessario ai fini fiscali e contributivi, oltre che per comunicare all’Agenzia delle Entrate la tipologia di attività che stai per aprire.
Per gli Ingegneri è il 71.12.10, per gli Architetti 71.11.00 e per i Geometri 71.12.30.

b) L’altra scelta che dovrai fare è il regime fiscale. Negli ultimi anni, per le nuove attività o quelle con un fatturato inferiore a 65.000 euro annui, la scelta migliore è il regime forfettario.

Il regime forfettario, a differenza dell’ordinario, è un regime agevolato.
La tassazione è più bassa (il 15%), non applichi l’IVA e se lo vorrai potrai gestire la fatturazione in maniera non elettronica.

Pertanto la contabilità sarà semplificata e, oltre ai vantaggi che ti ho appena detto, avrai minori costi di gestione.

Per accedere al regime forfettario ci sono anche altri requisiti da verificare, ma per la maggior parte delle attività di libera professione è applicabile.

c) L’altro requisito è l’iscrizione alla Cassa previdenziale di appartenenza. L’INARCASSA per Ingegneri e Architetti e CASSA GEOMETRI per i Geometri.

Dopo esserti abilitato ed esserti iscritto all’ordine professionale della tua provincia, per il pagamento dei contributi previdenziali non passerai attraverso l’INPS, ma attraverso la Cassa di riferimento.

INARCASSA o CASSA GEOMETRI penseranno a gestire i contributi obbligatori ai fini pensionistici e per i giovani sotto un certo fatturato il contributo per i primi anni è ridotto.

FACCIAMO IL PUNTO

Quindi, per concludere, aprire la partita IVA per la libera professione di Architetto o Ingegnere è molto semplice, ma va fatto con attenzione.
Potrai fare ciò che ti ho detto sicuramente con l’aiuto del tuo ordine o albo provinciale che ti assisterà per alcuni aspetti, ma per gli altri, come ti accennavo prima, potrai affidarti a Fiscozen.it. I professionisti ti chiariranno eventuali dubbi, inoltre la consulenza iniziale è gratuita.

Se deciderai di aprire l’account, fallo con questo link, così avrai uno sconto di 50 € per il primo anno.

Se ti interessa l’argomento e vuoi approfondire come avviene la gestione fiscale 100% online completamente automatizzata, scrivimelo nei commenti così realizzerò un secondo articolo dove tratterò:
-della fatturazione verso privati, partite IVA e enti pubblici;
-di come vengono gestite tasse, contributi e imposte;
-della cassa previdenziale per Architetti e Ingegneri e di come il tutto venga gestito dal portale.

Daremo inoltre un’occhiata all’interno del portale per vedere le sezioni principali.

A presto

iscriviti per non perdere le nuove pubblicazioni

grazie

Danilo Torresi

1 pensiero su “Aprire PARTITA IVA per Ingegnere e Architetto: come fare in maniera semplice e 100% online”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *