Circolare 11/E del 8 maggio 2023: Docfa e Pregeo frazionamento ENTE URBANO


Come si effettua il frazionamento di un ente urbano per la compravendita della particella, o per un esproprio? L’agenzia delle Entrate con la circolare 11/E dell’8 maggio 2023 descrive alcuni casi particolari e specifica le procedure necessarie per frazionare gli enti urbani partita 1 con Pregeo e Docfa.


L’8 maggio 2023 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la circolare 11/2023 nella quale sono contenute le indicazioni per il frazionamento degli enti urbani, e cioè delle particelle già censite al catasto fabbricati.

Nella maggior parte dei casi il frazionamento va effettuato solo con la procedura Docfa senza variare la geometria anche al catasto terreni. 

In altri però, per mantenere un allineamento tra terreni e fabbricati, è necessario intervenire su due fronti. Ad esempio quando la porzione residua del lotto deve passare i terreni, o quando la porzione residua deve costituire un altro lotto, o quando va accorpata ad un lotto adiacente.

Questi sono solo alcuni esempi che determinano quando intervenire in un modo piuttosto che nell’altro. L’obiettivo è sempre quello di mantenere una correlazione tra gli identificativi al catasto fabbricati e quelli al catasto terreni.

Le operazioni con i due procedimenti devono essere quasi sincrone e non devono passare più di 30 giorni tra l’una e l’altra, oltre i quali l’Agenzia inserirà un’annotazione in visura sugli immobili.

Il professionista dovrà rispettare precise regole tra le quali quelle di:

-inserire nella relazione tecnica libera l’indicazione della casistica dell’allegato tecnico

-elencare gli identificativi interessati dalla variazione del catasto fabbricati 

-l’immobile dal quale estrapolare la ditta (intestataria) da attribuire alla nuova particella.

Per gli espropri ci sono delle attenzioni in più, ma di fatto le procedure sono le stesse, e nel caso non dovesse esserci corrispondenza tra terreni e fabbricati per un’incompleta dichiarazione, o per altri motivi, è necessario risolvere prima il disallineamento.

L’allegato tecnico che compone la circolare riporta sette casistiche di frazionamento dell’ente urbano. Ciascuna va trattata con una procedura specifica.

Riferimenti:

Circolare 11/2023

Fiscooggi

_____________________
Grazie per aver letto questo articolo!
Se ti è piaciuto e vuoi sostenere il lavoro che faccio, ti invito ad abbonarti.
Con il tuo sostegno, potrò continuare a produrre contenuti di qualità e a condividere le mie conoscenze e le mie idee con te, sia attraverso il sito che attraverso i miei video su YouTube.
Grazie per il tuo supporto!

Le informazioni ed i pareri contenuti in questo Sito, così come quelli forniti in risposta ai commenti sotto agli articoli, sono consigli e opinioni personali e sono espressi in forma acritica sulla base delle informazioni fornite. Valgono in via generale e non costituiscono un giudizio di merito. Non sostituiscono lo studio specifico dei documenti e dello stato dei luoghi da parte di un professionista, sempre necessario per ogni caso.

grazie

Danilo Torresi

Lascia un commento