SUPERBONUS 110 – Guida condomìni 2022 completa


La proroga del Superbonus 110 per cento per i condomìni fino al 31 dicembre 2025 con le modifiche aggiornate dalla legge di bilancio 2022 e il decreto sostegni ter.


Dopo le ultime modifiche apportate dalla Legge 234 del 30 dicembre 2021 (legge di bilancio 2022) il Superbonus per i condmìni è stato prorogato fino al 31 dicembre 2025, con percentuali a scendere dal 2024 in poi.
CHI PUÒ ACCEDERE
I soggetti che possono accedere alle agevolazioni sono i condòmini degli edifici condominiali indicati nella lettera a) del comma 9 dell’art. 119 del DL 34/2020
QUALI INTERVENTI SONO AMMESSI
Gli interventi ammessi al Superbonus per le parti comuni in condominio sono di efficientamento energetico e antisismici, ecobonus e sismabonus, con l’obbligo di effettuare almeno un intervento principale per accedere alle agevolazioni (solitamente indicati come trainanti) ai quali possono essere aggiunti interventi che, se eseguiti congiuntamente, potranno essere agevolati anch’essi a loro volta al 110 per cento (trainati).
QUALI IMMOBILI
Gli immobili ammessi al Superbonus sono i condomìni residenziali. Gli interventi ammessi sono quelli sulle parti comuni e sulle parti private delle singole abitazioni.
Oltre agli edifici abitativi è possibile intervenire col 110 per cento anche sulle relative pertinenze.
I MASSIMALI DEL SUPERBONUS
Per gli interventi trainanti i massimali sono:
40.000 euro per la coibentazione termica degli edifici da 2 a 8 unità;
30.000 euro per la coibentazione termica degli edifici oltre le 8 unità;
20.000 euro per la sostituzione dell’impianto di riscaldamento degli edifici da 2 a 8 unità;
15.000 euro per la sostituzione dell’impianto di riscaldamento degli edifici oltre le 8 unità;
96.000 euro per gli interventi antisismici
I trainati invece assumono diversi massimali rispettivamente per ciascuna tipologia di opera. Puoi trovare un riepilogo degli interventi ecobonus nel decreto requisiti di agosto 2020.
REQUISITI E ADEMPIMENTI SUPERBONUS
I requisiti del Superbonus per efficientamento energetico dei condomìni sono:
– il miglioramento di almeno due classi energetiche
– l’asseverazione del tecnico sul rispetto dei requisiti
– l’asseverazione del tecnico sulla congruità delle spese
I requisiti per il Superbonus per interventi antisismici sui condomìni sono:
– ubicazione del fabbricato in una delle zone sismiche 1, 2 o 3
– asseverazione sulla riduzione del rischio sismico
– l’asseverazione del tecnico sulla congruità delle spese
QUANDO SCADE IL SUPERBONUS PER I CONDOMÌNI
Il Superbonus 110 per cento scade il 31 dicembre 2023. Poi nel 2024 la percentuale scende al 70 per cento e nel 2025 al 65 per cento.
COME UTILIZZARE IL CREDITO
Il credito maturato dalle spese sostenute per gli interventi agevolati col Superbonus può essere portato in detrazione in 4 anni in dichiarazione dei redditi.
Alternativamente possono essere utilizzate le modalità di cessione del credito e/o sconto in fattura, col vincolo di aver maturato un SAL minimo del 30 per cento, per un massimo di due SAL più il finale.
Con il recente decreto-legge n. 4 del 27 gennaio 2022, i crediti derivanti da interventi Superbonus potranno essere ceduti una sola volta; il primo cessionario che riceve il credito dovrà compensarlo e non potrà cederlo a sua volta.
REMINDERS

Se vuoi approfondire il Superbonus e gli altri bonus per la ristrutturazione della tua casa, così da evitare gli errori più banali, puoi accedere all’area riservata che ho creato, dove pubblico video esclusivi nei quali rispondo alle domande che mi inviate via email o nel modulo contatti. Con l’abbonamento a “Bonus ristrutturazione casa” avrai a disposizione ore di video, in continuo aggiornamento, con nuovi contenuti e nuovi casi ogni settimana.

Iscriviti al canale Telegram per ogni nuovo avviso.

Le informazioni ed i pareri contenuti in questo Sito, così come quelli forniti in risposta ai commenti scritti sotto agli articoli, sono consigli e opinioni personali e sono espressi in forma acritica sulla base delle informazioni fornite. Valgono in via generale e non costituiscono un giudizio di merito. Non sostituiscono lo studio specifico dei documenti e dello stato dei luoghi da parte di un professionista, sempre necessario per ogni caso.

grazie

Danilo Torresi

Vuoi ristrutturare la tua casa?
Qui trovi le informazioni che ti servono.

Iscriviti e scarica i modelli che ho messo a disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivio Articoli

Categorie

ABBONATI

Seguimi anche su

Gli ultimi Articoli

RSS Gli ultimi Podcast