Come riconoscere le DIFFERENZE tra le CATEGORIE Catastali F2 F3 F4

Ultimo Aggiornamento:

Quali sono le differenze tra le categorie catastali F2 F3 F4 e come riconoscerle? Unità collabenti, in corso di costruzione ed in corso di definizione


PANORAMICA

Le categorie catastali sono spesso un argomento oscuro, specialmente per chi non ha dimestichezza con temi tecnici.
Finché si parla di A2 C2 C6 (qualcuno si può spingere anche fino al D1) è possibile avere una sorta di deja vu, un qualcosa di già sentito.

Ma che succede quando si parla di categoria F: unità collabenti o in corso di definizione?

Oggi voglio parlarvi di quelle categorie fittizie, che vi possono capitare in varie occasioni:
se state per esempio valutando un immobile da acquistare o da affittare;
o che possono trovarsi in alcuni documenti di famiglia e non riuscite a capire a cosa si riferiscano.

A fine articolo vi darò inoltre un paio di consigli sulla base della mia esperienza professionale.

REMINDERS

Prima però come al solito volevo ricordarvi le solite tre cose:

1) potete guardare ascoltare e leggere i contenuti che pubblico su Youtube sul Podcast e nel sito;

2) potete iscrivervi nel sito per ricevere tutte le nuove pubblicazioni via e mail e potete iscrivervi al canale Telegram;

3) ho attivato un link PayPal con il quale potete, in maniera molto semplice, contribuire alla produzione dei contenuti.

Grazie intanto a chi già lo ha fatto e a chi lo farà.

COSA SONO LE CATEGORIE CATASTALI

Torniamo alle categorie catastali e vediamo prima di tutto che cosa sono.

Sono il metodo che l’Agenzia delle Entrate (subentrata al catasto nella gestione delle banche dati da qualche anno) ha di classificare gli immobili in base alle loro caratteristiche e alle destinazioni d’uso.

Le categorie catastali sono identificabili da una lettera accompagnata dal numero e sono divisibili in due macro categorie:
1) a destinazione ordinaria
2) a destinazione speciale e particolare.

Le categorie identificate dalle lettere A B e C sono a destinazione ordinaria, le categorie D ed E sono quelle speciali e particolari.
Infine ci sono le F o entità urbane, categorie fittizie.

Come ho accennato, ogni lettera è accompagnata da un numero che identifica una specifica tipologia di immobili, ad esempio A1 A2 A3 e via così.
Per oggi comunque non ci addentreremo oltre nello specifico.

A COSA SERVONO?

A cosa servono le categorie catastali?
Sono necessarie a identificare il tipo di immobile urbano in base alla destinazione d’uso, così da poter determinare la rendita.

Rendita che servirà per calcolare le imposte (esempio ICI/IMU) o per atti di compravendita.

LE CATEGORIE FITTIZIE

In questo episodio non farò l’elenco esplicativo di ogni singola categoria, ma mi concentrerò solo sulla F, le entità urbane.
E non su tutte le F, ma solo su F2 F3 e le F4.

Questo perché sono le meno immediate da comprendere e da distinguere, specialmente per chi non è un tecnico.
Mentre termini come “lastrici solari”, “aree urbane”, “infrastrutture dei reti pubbliche”, possono essere comprensibili, possono restare meno chiari termini come “unità collabente” o “un’unità in corso di definizione”.

PERCHE’ CONOSCERLE E RICONOSCERLE?

A cosa può servire conoscerle e saperle riconoscere?
E’ utile durante la valutazione di un intervento di ristrutturazione di un immobile conoscere le caratteristiche di ognuna, specialmente se si intende usufruire delle agevolazioni fiscali connesse.

RISTRUTTURAZIONE del BAGNO – Posso Detrarre la Spesa?
Come detrarre la spesa del BOX e Posto Auto
Come DETRARRE l’acquisto di IMMOBILI già RISTRUTTURATI
RISTRUTTURAZIONE hai DIMENTICATO la comunicazione all’ENEA?
BONUS MOBILI 2019 (ed Elettrodomestici) Come Detrarre la spesa
SISMA BONUS Abitazioni e locali per Attività Produttive (2019)
SISMA BONUS sulle PARTI COMUNI di Edifici Condominiali (2019)
Agevolazioni per Acquisto di CASE ANTISISMICHE (Decreto Crescita 2019)
Guida RISTRUTTURAZIONE Casa DETRAZIONE Fiscale 2019
Guida RISTRUTTURAZIONE Condominio DETRAZIONE Fiscale 2019
L’IVA RIDOTTA nelle RISTRUTTURAZIONI (2019)
ECOBONUS 2019 Le DETRAZIONI per il Risparmio Energetico sulla Casa (1 di 3)
ECOBONUS 2019 gli INTERVENTI per il Risparmio Energetico sulla Casa (2 di 3)
ECOBONUS 2019 le REGOLE e gli ADEMPIMENTI per il Risparmio Energetico sulla Casa (3 di 3)

Un F2 ad esempio è sicuramente detraibile con le agevolazioni per il recupero del patrimonio edilizio esistente, non sempre invece lo sono gli F3 o gli F4 (fra poco vedremo cosa sono).

Un altro vantaggio dato dalla maggior confidenza con questi termini è di sapere di cosa si sta parlando prima di visionare un immobile e di farsi un’idea delle condizioni dell’edificio.
Questo mentre state valutando l’acquisto o l’affitto di un’abitazione ad esempio.

Una terza motivazione può essere la necessità di fare una variazione catastale.
Facciamo l’esempio che siate in possesso di un vecchio rudere, di un vecchio edificio fatiscente, che però risulta ancora accatastato con rendita e ci state pagando le imposte, potrebbe essere opportuno in questo caso, insieme ad un tecnico, valutare un’eventuale variazione per cambiare la categoria dell’immobile ad F2.

LA CATEGORIA F2

Vediamo ora una per una, le caratteristiche delle categorie che ho accennato all’inizio, partendo appunto dalle F2.

Le categorie F2 sono le unità collabenti, edifici fatiscenti con le strutture portanti verticali e orizzontali pesantemente lesionate (ad esempio con il tetto crollato).

In pratica sono quei ruderi che necessitano di un intervento di ristrutturazione molto pesante per poterli rendere di nuovo agibili.

LA CATEGORIA F3

Le categorie F3 sono le unità in corso di costruzione, quegli immobili che risultano non terminati, con lavori iniziati e in corso (o sospesi).

Insieme alle F4 (che vedremo nel prossimo punto) fanno parte di quelle categorie che dovrebbero avere carattere provvisorio, che sono state accatastate con categoria fittizia per fini specifici, ad esempio per degli atti di compravendita prima della fine dei lavori o per la richiesta di un mutuo durante lo stato d’avanzamento dei lavori.

Il carattere temporaneo sta nel fatto che nell’arco di qualche mese si dovrebbe arrivare all’accatastamento finale con l’attribuzione della categoria e della rendita definitiva.

La realtà invece è che troviamo moltissimi fabbricati con categoria F3 o F4 attribuita oramai da diversi anni.
Perché mai terminati e ancora privi di massetti, intonaci, impianti.

La caratteristica delle F3 (rispetto alle F4) è che si riferiscono ad edifici di nuova costruzione.

LA CATEGORIA F4

Le categorie F4 invece, le unità in corso di definizione, si riferiscono ad edifici esistenti, che potevano o meno essere già accatastati e sui quali si sta intervenendo con dei lavori.

Non riguardano nuove costruzioni.

Possono essere quasi indistinguibili dagli F3, cioè incompleti, privi di impianti e di finiture, ma sono sostanzialmente differenti.

Possiamo trovare un F4 in caso di un ampliamento in corso di realizzazione e non ancora definito, oppure nel caso di frazionamento di un immobile dove la porzione staccata non ha un reddito autonomo e deve essere ceduta.

Le necessità per l’attribuzione di questa categoria possono essere le stesse di quelle che abbiamo già detto per le F3: cioè per un atto di compravendita o l’accensione di un mutuo.

CONCLUSIONI E CONSIGLI

Riassumento:
le F2 riguardano i ruderi e gli edifici fatiscenti,
le F3 e le F4 riguardano, o dovrebbero riguardare, temporaneamente gli immobili non completati, rispettivamente di edifici di nuova costruzione e di edifici già esistenti.

In merito a quest’ultima distinzione, capita spesso di trovarsi di fronte fabbricati accatastati erroneamente come F3 anche se riguardano ristrutturazioni di edifici esistenti, la cui categoria appunto dovrebbe essere F4.

Niente di gravissimo, il mio consiglio però è quello di fare una variazione catastale e di riportare l’immobile alla categoria corretta.
Questo (anche e sopratutto) nel caso in cui ad esempio siate intenzionati a completare i lavori e vogliate usufruire delle detrazioni per riqualificazione energetica.

Le regole dell’ecobonusECOBONUS 2019 le REGOLE e gli ADEMPIMENTI per il Risparmio Energetico sulla Casa (3 di 3)” non consentono la detrazione degli edifici di categoria F3.

Cavillo burocratico che può essere facilmente superato con queste accortezze e attenzioni, onde evitare potenziali richieste di rimborso da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Come ultima dritta, fate attenzione, nel caso stiate valutando l’acquisto di un immobile, che la categoria F non sia stata attribuita per doppi fini. Ad esempio per eludere le imposte.

Il sospetto dovrebbe sorgervi nel momento in cui vi trovate di fronte ad un immobile oggettivamente agibile, completo, ma che risulta in catasto ancora come categoria F.

Non significa necessariamente che sia stato fatto in maniera intenzionale. Potrebbe essere successo che sono stati completati i lavori dal proprietario in economia e in una fase successiva, inconsapevole dell’adempimento catastale.

In ogni caso il mio consiglio è di esigere prima del compromesso, l’accatastamento definitivo e l’attribuzione della rendita corretta.
Ovviamente verificando sempre la conformità urbanistica.

A presto.

____________________________

iscriviti e scarica il modello dell'autocertificazione per le detrazioni fiscali dei lavori edili
Iscriviti al mio canale YouTube.
Ascolta il Podcast (anche su Spotify)
Unisciti al Canale Telegram e resta aggiornato sugli argomenti che tratto.

 

Oppure mandami un messaggio diretto dal modulo contatti.
Sono anche su: Facebook Instagram –  TwitterLinkedin.
●Se vuoi supportare il sito puoi fare una donazione con PayPal  attraverso questo link: paypal.me/GeometraTorresi  e darai un contributo alla produzione dei contenuti.
●Se fai acquisti su Amazon.it usa i link dei libri o dei prodotti che inserisco nelle descrizioni,  non spenderai un euro in più e contribuirai alla produzione dei contenuti.
Se hai delle domande o vuoi fare delle integrazioni, lascia un commento qui sotto.

grazie

Danilo Torresi

vai alla Home page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *